Neurobase.it
Tumori testa-collo
Xagena Mappa
Medical Meeting

Tossina botulinica di tipo A nel trattamento della emicrania cronica senza abuso di medicinali


Uno studio ha esaminato gli effetti della tossina botulinica di tipo A in assenza di abuso di farmaci nei pazienti con emicrania cronica.

Sono stati arruolati 86 pazienti; 60 pazienti sono stati randomizzati, e 41 sono stati trattati con il farmaco dello studio oppure con il placebo.
La tossina botulinica di tipo A è stata somministrata in una dose fissa alla dose di 100 unità.
Cinque pazienti non hanno completato lo studio, che è terminato 4 mesi dopo la somministrazione del farmaco.

La tossina botulinica di tipo A si è rivelata superiore al placebo riguardo all’endpoint primario della riduzione degli episodi di emicrania.
Sei pazienti nel gruppo tossina botulinica, contro 3 pazienti del gruppo placebo, hanno avuto una riduzione del 50% negli episodi cefalgici.

Il trattamento attivo è risultato superiore al placebo per gli endpoint secondari dei giorni totali di cefalea, l’indice di cefalea e la qualità della vita.

Gli eventi avversi sono risultati rari e simili nei due gruppi.

In conclusione, l’uso della tossina botulinica di tipo A potrebbe rappresentare un trattamento efficace per l’emicrania cronica, quando il paziente non presenta un contemporaneo abuso di farmaci. ( Xagena2007 )

Freitag FG et al, Headache 2008; 48: 201-209


Farma2007 Neuro2007 Emicra2007


Indietro