Vertigini
Neurobase.it
Xagena Mappa
Tumori testa-collo

Sicurezza, tollerabilità ed efficacia di Atogepant per via orale per la prevenzione dell'emicrania episodica negli adulti


Atogepant è una piccola molecola antagonista del recettore del peptide correlato al gene della calcitonina ( CGRP ), somministrato per via orale, in fase di studio per il trattamento dell'emicrania.
È stata esaminata una serie di dosi orali per sicurezza, tollerabilità ed efficacia per il trattamento preventivo dell'emicrania.

In uno studio in doppio cieco di fase 2b/3 condotto in 78 strutture accademiche e private negli Stati Uniti, gli adulti di età compresa tra 18 e 75 anni, con una storia da 1 anno o più di emicrania e 4-14 giorni di emicrania al mese, sono stati assegnati in modo casuale a ricevere placebo oppure Atogepant 10 mg una volta al giorno, 30 mg una volta al giorno, 60 mg una volta al giorno, 30 mg due volte al giorno o 60 mg due volte al giorno, in capsule corrispondenti.

L'esito primario era il cambiamento rispetto al basale dei giorni mensili di emicrania nelle 12 settimane di trattamento utilizzando un approccio intention-to-treat ( ITT ) modificato.
Gli esiti principali per valutare la sicurezza e la tollerabilità sono state le registrazioni degli eventi avversi.

Tra il 2016 e il 2018, su 1.772 individui sottoposti a screening, 834 sono stati assegnati in modo casuale e 825 hanno ricevuto una o più dosi del farmaco in studio: 186 hanno ricevuto placebo, 93 Atogepant 10 mg una volta al giorno, 183 Atogepant 30 mg una volta al giorno, 186 Atogepant 60 mg una volta al giorno, 86 Atogepant 30 mg due volte al giorno e 91 Atogepant 60 mg due volte al giorno.

Complessivamente, 714 degli 825 partecipanti ( 87% ) erano donne, 628 ( 76% ) erano bianchi, la durata mediana dell'emicrania era di 17.5 anni e 232 ( 28% ) avevano precedentemente utilizzato trattamenti preventivi.

L'analisi di efficacia primaria ha incluso 795 pazienti: 178 hanno ricevuto placebo, 92 Atogepant 10 mg una volta al giorno, 182 Atogepant 30 mg una volta al giorno, 177 Atogepant 60 mg una volta al giorno, 79 Atogepant 30 mg due volte al giorno e 87 Atogepant 60 mg due volte al giorno.

Durante il periodo di trattamento di 12 settimane, tutti e cinque i gruppi di Atogepant hanno mostrato una variazione significativa della media dei minimi quadrati ( SE ) rispetto al basale nei giorni medi mensili di emicrania rispetto al placebo: Atogepant 10 mg una volta al giorno −4.0 ( P=0.024 ), 30 mg una volta al giorno −3.8 ( P=0.039 ), 60 mg una volta al giorno −3.6 ( P=0.039 ), 30 mg due volte al giorno −4.2 ( P=0.0034 ) e 60 mg due volte al giorno −4.1 ( P=0.0031 ); placebo −2.9.

Gli eventi avversi emergenti dal trattamento più comuni in tutti i gruppi sono stati nausea ( range dal 5%, 5/93, per 10 mg una volta al giorno, al 12%, 22/186, per 60 mg una volta al giorno, vs 5%, 9/186, per il placebo ) e affaticamento ( 1%, 1/93, per 10 mg una volta al giorno, al 10%, 9/91, per 60 mg due volte al giorno, vs 3%, 6/186, per il placebo ).

La frequenza di eventi avversi emergenti dal trattamento correlati al trattamento è variata dal 18% ( 17/93 ) per 10 mg una volta al giorno al 26% ( 24/91 ) per 60 mg due volte al giorno, rispetto al 16% ( 30/186 ) per il placebo.

7 partecipanti hanno riportato in totale 8 gravi eventi avversi emergenti dal trattamento ( 2 partecipanti ciascuno nel gruppo placebo, nel gruppo 30 mg una volta al giorno e nel gruppo 60 mg una volta al giorno e un partecipante nel gruppo 10 mg una volta al giorno ).

Eventi avversi emergenti dal trattamento che hanno portato all'interruzione del trattamento sono stati segnalati in 33 su 639 partecipanti ( 5% ) trattati con Atogepant e in 5 su 186 ( 3% ) di quelli randomizzati al placebo.
Tutti gli eventi avversi emergenti dal trattamento gravi non sono risultati correlati al trattamento. ( Xagena2020 )

Goadsby PJ et al, Lancet Neurology 2020; 19: 727-737

Neuro2020 Farma2020


Indietro